In Burundi da quarant’anni – per un cammino di fraternità

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Non solo pane

Sembrerebbe impossibile collaborare da qui con i missionari al centro dell’Africa, nell’annuncio del Vangelo e nel fare l’Eucarestia. Ma, siccome anche ciò che è diretto all’anima, passa attraverso inevitabili strutture materiali, la nostra comunità spezzina si è impegnata a contribuire alla loro realizzazione. Abbiamo finanziato la costruzione di chiese, di scuole, di strutture diverse attraverso le quali si promuove integralmente la vita e la persona, dalla culla alla tomba. Si fa per dire, perché in realtà in Burundi le culle non esistono e le tombe sono semplici fosse nel campo.

 

 

 

DSCN3371
                            Studio dentistico                                                   Asilo                                                                  scuola

 

 

 L`ADOZIONE A DISTANZA : una proposta d`amore

 

Si tratta di assumere un bimbo o un ragazzo come parte della propria famiglia, pur lasciandolo nella sua famiglia naturale: fargli posto nel proprio amore; integrarlo nella vita di famiglia, tenendolo presente nelle diverse circostanze dell’anno; provvedere a lui con un contributo libero, corrispondente alle proprie possibilità. Orientativamente un euro al giorno, per salvare la vita di un bimbo.

 

Per avere l’adozione basterà:

mettersi in contatto con uno dei nostri centri ed esprimere le proprie preferenze. Oppure fare la domanda direttamente, inviando il primo contributo tramite Conto Corrente Postale o bonifico bancario, entrambi intestati a “Adozione bimbi del Burundi”. Gli estremi dei due conti sono riportati in fondo al foglio. Vi verrà inviata la foto di un bimbo, con alcune notizie su di lui. Il versamento può essere sia trimestrale che annuale, o quando si preferisce. L’A. a D. rimane sempre una scelta libera, che si può interrompere in qualunque momento, a discrezione personale. E cessa quando l’adottato ha terminato le scuole oppure si sposa.

 

Si dà qualcosa e si riceve molto di più

Se offri un po’ d’amore a chi ha avuto in sorte una vita senza amore, l’amore che dai ritornerà a te in casa tua, moltiplicato. Diventerà fonte di benedizione per la tua famiglia, per i figli e i nipoti, che verranno educati alla solidarietà e all’altruismo, valori tanto dimenticati in questo nostro tempo così egoista e sprecone. Inoltre, ogni bimbo salvato dalla morte, dalla fame e dalla sofferenza diventa una supplica vivente al cospetto del Dio della vita. E poi, nel nostro “Villaggio S. Francesco”, ogni giorno la gratitudine dei bimbi per chi li aiuta diventa Eucaristia di Gesù. Perchè lui ha detto: se farete qualcosa per uno di questi piccoli, lo avrete fatto a me. L’adozione a distanza è qualcosa di buono per rendere umana la vita.

Ecco alcuni dati da conservare e ricordare:

 

Segreteria delle Missioni francescane

P.zza Ferreira 3/A
16135 Genova
tel. 010 6121418

Email: missionifrancess@libero.it

 

Indirizzo della Missione:

P. Flavio Festa
Paroisse de Kayongozi, Ruyigi
B. P. 119 Bujumbura – Burundi.

 

Conti da preferire nei versamenti per Missioni e Adozioni

 

Banca Prossima

Conto intestato a: ASSOCIAZIONE SAN FRANCESCO – ONLUS – GENOVA

IBAN: IT93P0335901600100000067860

 

Conto c. postale

Conto cor. n.85515062

Intestato a: ASSOCIAZIONE SAN FRANCESCO – ONLUS – GENOVA

IT34 U076 0101 4000 00085515062

 

 

 

 

 Accanto a loro, per farsi perdonare

Altra area privilegiata dell’intervento caritativo, nostro e dei nostri collaboratori, è stata la realtà più raccapricciante del mondo: alcune centinaia di famiglie di malati di lebbra, che ci siamo presi a carico fin da principio. Sono stati raccolti e inviati fondi, medicinali, vestiti. Una forte solidarietà che prosegue tuttora. I lebbrosi che ci riguardano sono diminuiti molto di numero, ma l’impegno nostro rimane. E consente a quei poveretti di continuare a vivere. C’è qui, a La Spezia, un gruppo di volontari che, per loro, raccolgono, selezionano e spediscono medicinali, viveri e indumenti. Carità che si trasforma in vita.

 

PGM001  PGM21

La lebbra e` una malattia molto brutta che non perdona, ma se hanno cibo, vestiti, se c’e` qualcuno che sta con loro e gli vuole bene, anche i lebbrosi possono essere contenti